Caso di utilizzo: 3D-Guided Service Instructions > 3D-Guided Service Instructions 303 - Creare un carrello persistente utilizzando ThingWorx > Importare cartThing in ThingWorx Composer
  
Importare cartThing in ThingWorx Composer
Analogamente all'aggiunta di shoppingThing in 3D-Guided Service Instructions 302, viene aggiunto un nuovo oggetto Tabella dati denominato cartThing. cartThing è costituito da otto servizi:
addToCart
checkCart
clearCart
getCart
getCartTotal
getOrder
getOrders
orderCart
Ciascuno di questi servizi offre funzionalità diverse, ma tutti insieme si uniscono per creare un carrello persistente in ThingWorx.
1. Scaricare il file metaShoppingEntities.twx.
2. Seguire le istruzioni per l'importazione e l'esportazione di file in ThingWorx Composer.
3. Aprire cartThing una volta importato in ThingWorx.
4. La scheda Informazioni generali include informazioni generali sull'oggetto. In questo caso vengono inclusi Nome, Descrizione, Tag e Modello di oggetto per l'oggetto. I tag vengono utilizzati per raggruppare o categorizzare entità ThingWorx e i modelli di oggetto vengono utilizzati per creare un nuovo oggetto con base e funzionalità comuni.
5. In Informazioni generali, fare clic su Servizi per visualizzare tutti i servizi associati a cartThing.
Servizio
Descrizione
addToCart
Il servizio addToCart funziona in modo molto simile alla funzione addToCart creata in Vuforia Studio. Il servizio addToCart assume il numero di parte (pid), la quantità (qty) e il prezzo (price) della parte selezionata. Utilizzando le informazioni di input, insieme alle informazioni utente di ThingWorx, viene creato un ID utente che consente di designare la persona che utilizza il servizio. Questo ID utente (uid) è un identificatore univoco di ogni ordine ed è necessario per la persistenza perché distingue un utente e le rispettive sessioni individuali dagli altri. Quando una parte viene aggiunta al carrello, le sue informazioni vengono memorizzate in una voce in una tabella dati, che vengono quindi inviate nell'infotable utilizzata per memorizzare il carrello.
getCart
Una volta che un carrello è stato creato, il servizio getCart viene utilizzato per ottenere voci per il carrello. Esso acquisisce le informazioni che sono state aggiunte al carrello e le restituisce in forma di infotable. Essa viene utilizzata per aggiornare il carrello quando viene modificato nell'esperienza Vuforia Studio.
getCartTotal
Il servizio getCartTotal funziona come getCart, ad eccezione del fatto che, invece di restituire un'intera tabella di informazioni, il suo unico output è il prezzo totale degli elementi nel carrello.
checkCart
Quando i valori vengono immessi in addToCart, possono esserci degli errori. Ad esempio, in caso di un preventivo non corretto per un cliente, il servizio checkCart viene utilizzato per convalidare tutte le informazioni di prodotto inserite in addToCart. Se le informazioni non sono corrette, checkCart le corregge nel carrello.
clearCart
clearCart cancella tutti gli elementi dal carrello.
orderCart
Quando viene richiamato, il servizio orderCart effettua un ordine di tutte le parti che si trovano nel carrello. Prima che il servizio orderCart venga completato, viene fornita la possibilità di convalidare le informazioni nel carrello utilizzando checkCart.
Dopo aver richiamato il servizio, viene creato un ID transazione (tid) con il nome dell'utente e il numero d'ordine, e la proprietà purchased dell'infotable viene impostata su true per indicare che la parte nel carrello è stata acquistata.
getOrder
Il servizio getOrder consente di immettere un ID transazione (tid) e di ricevere tutte le informazioni relative allo specifico ordine in una tabella.
getOrders
getOrders ignora l'input tid e visualizza in una tabella tutti gli ordini creati dal carrello.
6. In Permessi, fare clic su Tempo di esecuzione e assicurarsi che le istanze ThingWorx e Vuforia Studio dispongano dei permessi di accesso completi per cartThing. Ciò consentirà di chiamare il servizio in Vuforia Studio.
7. Successivamente, si aggiungerà cartThing a Vuforia Studio.